Le indagini portarono all’identificazione di 21 persone ritenute responsabili a vario titolo di ricettazione, falso, sostituzione di persona e frode in commercio e al sequestro di oltre 1200 capi di abbigliamento, borse di note griffe, profumi, scarpe, bancali di vino, caramelle e cereali, provento di un furto in un deposito di Brescia e destinati al Cis di Nola. I titolari delle due ditte, intanto, avevano denuciato che ignoti si erano impossessati della merce destinata a concerti sponsorizzati.

Inoltre le fatture accompagnatorie delle merci alla vista degli operanti erano risultate contraffatte; infatti nell’immediatezza veniva contattata la ditta operante in provincia di Vicenza che avrebbe “inviato” a S. Egidio M. Albino le merci ma quest’ultima sporgeva querela per contraffazione della propria ditta che in realtà produceva semplicemente frumento. Qui la polizia locale scoprì un deposito pieno di merce frutto di furti effettuati a Brescia. I membri del sodalizio si procuravano dati di ditte realmente esistenti e, quindi, sottoscrivevano un contratto di fornitura con l’azienda utilizzando, quale amministratore e prestanome un ex dipendente della stessa ditta facendolo presentare come responsabile import export con il nome finto di Marco Vanni.

Si trattava, come è evidente, di modalità operative particolarmente insidiose, in quanto non consentivano alle ditte (vittime), in sede di preventivo controllo, di rendersi conto della condotta truffaldina posta in essere in loro danno. Proc. presso la Procura di Nocera Inferiore, le risultanze investigative prodotte dalla Polizia Locale in collaborazione con l’aliquota di Pg della locale Procura, hanno permesso ulteriormente di disarticolare più reati tra i Comuni di S. Egidio Monte Albino (cd. zona Agronocerino), Solofra (Avellino), Fisciano (Salerno), Milano, Monza, Melegnano e Pavia.

Le indagini che hanno originato il filone del cd.

Attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, con pedinamenti anche attraverso i sistemi di gps, gli inquirenti hanno ricostruito la rete di rapporti tra il gruppo criminale Di Francia, guidato da Giacomo Di Franco, di San Giorgio a Cremano (Napoli) legato a filo doppio con Enrico Oriani, milanese arrestato per rapine a tir e ricettazione.

Arrestato un 60enne, domiciliato a Pavia, che secondo le accuse sarebbe stato uno dei punti di riferimento dell’organizzazione per il Nord Italia. E’ stata sequestrata anche un notevole quantitativo di merce, dal valore di oltre 500 mila euro, che è stata restituita i leggittimi proprietari.

05 luglio 2016 – catanialivenews.com

Puoi leggere l’articolo al seguente link: http://catanialivenews.com/2016/07/merce-rubata-a-brescia-e-destinata-al-cis-di-nola-3-arresti/

 
© 2017 All rights reserved - Gruppo Ponzi investigazioni s.r.l. - PI 03716870237
Sede Legale: Via Roveggia n° 126 - 37136 - Verona (VR) - REA VR-359646 di Verona