Attuare una bonifica microspia

La crisi economica dovuta alla diffusione del Covid-19 ha causato danni irreversibili soprattutto nelle grandi aziende. Non è per niente raro vedere dipendenti che installano delle microspie per estorcere, in modo illegale, informazioni importanti alla propria azienda, capita soprattutto quando si vuole fare un torto ad un proprio dirigente.
Sicuramente però si parla ancora molto poco di spionaggio aziendale, è un tema ancora scarsamente considerato, ma basta controllare attentamente tutte le notizie della stampa degli ultimi anni per ottenere maggiori informazioni. Quando si mette in atto una strategia di spionaggio, il torto non lo subisce solo l’azienda, ma anche il sistema economico nazionale, ed è per questo che bisogna procedere con una bonifica periodica di tutti gli ambienti. Il servizio di bonifica consente di verificare l’effettiva sicurezza delle comunicazioni ed è molto importante svolgerlo con cadenza periodica al fine di prevenire e tutelare eventuali attacchi. È sempre bene ricordare che il più grande valore di un’azienda è il know-how e così come fanno in tutti gli altri Paesi Europei, è necessario adottare una strategia proactive. Se si sospettano attici illeciti, è basilare valutare con estrema attenzione il proprio personale dipendente anche attraverso apposite azioni mirate.
Purtroppo questo periodo d’instabilità sul lavoro, mette a dura prova anche i dipendenti più fedeli, che utilizzano l’accesso ai dati sensibili solo ed esclusivamente per un proprio tornaconto personale. Anche le aziende Italiane devono adeguarsi ai sistemi di sicurezza europei, che risultano decisamente più elevati. La nostra agenzia è in grado di rilevare tutte le eventuali minacce e attua un piano di sicurezza, in modo tale che un’azienda possa sentirsi al sicuro a seguito del servizio bonifica.
Infine, è bene precisare che il tema dello spionaggio aziendale non deve essere assolutamente trascurato, curare la propria azienda ed effettuare controlli periodici deve essere alla base di tutte le organizzazioni.

Covid-19: Le microspie e le telecamere installate in ufficio

A seguito dell’emergenza sanitaria derivata dal Coronavirus, anche il posto di lavoro è diventato un luogo da tenere sotto controllo. Questa può essersi trasformata in un’occasione per inserire all’interno dell’ufficio o della sala riunioni, delle cimici, dei microfoni o delle telecamere nascoste, con il fine di captare informazioni riservate e delicate per la sicurezza. Un dipendente poco corretto o un socio che vuole vendicarsi, avrà avuto tutto il tempo per poter nascondere un apparato spia all’interno dell’edificio, per questo motivo una bonifica potrebbe essere necessaria prima di riprendere le attività.

In cosa consiste il servizio di bonifica aziendale?

La bonifica ambientale per l’intercettazione di eventuali microspie nascoste viene richiesta quando si hanno dei dubbi, può essere effettuata in casa, in ufficio e nella propria autovettura. Le cimici spia solitamente vengono montate negli uffici di lavoro per poter estorcere informazioni personali, economiche o finanziarie. Oltre alla bonifica ambientale, può essere effettuata anche una bonifica tecnologica sui propri sistemi informatici aziendali. Principalmente consiste nella rilevazione di eventuali virus in grado di accedere pure al microfono del dispositivo attaccato. Un team altamente specializzato e attrezzatura costantemente aggiornata ed all’avanguardia sono alla base del servizio di bonifica.

Quali possono essere le cimici installate negli uffici?

Gli apparati che generalmente vengono installati in un ufficio o in un’industria per poter recepire le informazioni necessarie, sono di natura elettronica. Solitamente per ascoltare le conversazioni private o eventuali riunioni con clienti importanti, sono utilizzati dei microfoni filari, oppure delle microspie che funzionano attraverso il servizio radio/GSM. Quest’ultime sono in grado di trasmettere il suono anche ad una distanza considerevole, mentre nel primo caso le conversazioni solitamente vengono registrate. Per vedere cosa si trova all’interno di un ufficio, molto spesso sono occultate delle micro telecamere nascoste negli oggetti più insoliti, come ad esempio nell’arredamento. Le micro telecamere hanno una grandezza di pochi millimetri e possiedono un sistema di ripresa SD, ma possono anche sfruttare la rete Wi-Fi e trasmettere video e immagini a distanza. La soluzione più comune, perché consente la registrazione di conversazioni fino ad una settimana intera, è l’utilizzo del registratore audio con sistema VOX/VAS che salva il contenuto su una memoria SD, una soluzione semplice, ma estremamente efficace.

Cosa rischia in termini di legge chi effettua spionaggio industriale?

Lo spionaggio industriale viene catalogato come un vero e proprio reato ed è regolato dagli articoli 621,622 e 623 del codice penale, inoltre può essere punito con la detenzione o con una pena pecuniaria, ossia una multa. Un imprenditore o un dipendente che commette atti di spionaggio deve stare molto attento, le pene previste sono quelle elencate di seguito:

  • reclusione che può arrivare fino a 3 anni oppure una multa che parte da 103 euro fino ad arrivare a un massimo di 1.032 euro, questo avviene nel caso in cui si rivelano i contenuti di documenti segreti (articolo 621);
  • reclusione fino ad un anno oppure il pagamento di una multa che va dai 30 ai 516 euro, nel caso in cui si rivela un segreto professionale
    (articolo 622);
  • in caso vengano rivelati segreti scientifici o industriali è prevista una reclusione fino a due anni (articolo 623).

Per evitare fughe di notizie o che le informazioni fuoriescano dall’azienda, è consigliabile rivolgersi ad una agenzia investigativa specializzata in controspionaggio e non attuare mai interventi fai da te che possono risultare rischiosi e con possibili ripercussioni anche di carattere penale, al seguente link https://www.lucianoponzi.it/rilevatori-microspie-per-bonifiche-utilizzati-da-luciano-ponzi-investigazioni/ potranno essere lette tutte le informazioni a riguardo.

Storie di aziende vittime dello spionaggio

Secondo recenti statistiche circa un terzo delle aziende è stata colpita da un attacco di spionaggio almeno una volta nel corso della propria storia. In “classifica” figurano anche società assai note sul mercato. Di seguito riporteremo alcune storie per far capire ai grandi dirigenti di azienda che non si deve sottovalutare in alcun modo lo spionaggio e bisogna sempre ricorrere alla “controsorveglianza”, soprattutto attraverso bonifiche in tutti gli ambienti lavorativi al fine di scovare eventuali microspie.
Un’azienda che lavora nel settore farmacologico in Veneto, nonostante fosse in possesso di un buon sistema di sicurezza per quanto riguarda l’informatica, aveva trascurato alcuni atteggiamenti sospetti di un dipendente che era prossimo al licenziamento. Quest’ultimo pochi giorni prima di essere licenziato ha rubato dall’ufficio delle formule di sviluppo per futuri medicinali. L’azienda inizialmente non si era accorta di nulla, ma grazie al nostro intervento sono riusciti a risalire al dipendente, che ha confessato l’accaduto. Ovviamente la questione si è risolta in sede legale, ma se non fosse stato per il nostro contributo, le informazioni rubate sarebbero state virali.
Un altro nostro intervento si è svolto in uno studio legale in Lombardia, in cui siamo riusciti a rintracciare delle microspie dormienti attivate a distanza e in grado di rilevare qualsiasi suono – audio.
Queste due case histories ci permettono di comprendere che una bonifica periodica è assolutamente necessaria, soprattutto se si lavora in uffici in cui le informazioni non devono assolutamente arrivare all’orecchio di terze persone.

Cosa può fare un’azienda per difendersi da eventuali manovre di spionaggio?

Lo spionaggio industriale si concretizza nella sottrazione non consentita di dati commerciali ai danni dell’impresa, per questo motivo è sempre più importante fare affidamento ad agenzie di investigazione qualificate, al fine di contrastare correttamente il fenomeno. Effettuare una bonifica per verificare la presenza di microcamere dovrebbe essere una pratica da realizzare periodicamente e non random, anche perché rimandare potrebbe poi rivelarsi troppo tardi. Lo spionaggio industriale può causare dei danni irreversibili a un’azienda, non solo sul piano finanziario, ma anche per l’immagine. Una perdita significativa della propria clientela o l’eventuale fuga di notizie può portare addirittura alla chiusura definitiva della società. L’agenzia investigativa Ponzi Luciano si avvale di un team di tecnici informatici altamente specializzato che al termine di ogni servizio registra dati, comportamenti e frequenze al fine di effettuare una comparazione di volta in volta, in questo modo i tempi di lavoro si accorciano e determinati processi possono essere in parte standardizzati, pur mantenendo l’altissimo livello di attenzione che ci contraddistingue.
Quindi in conclusione, l’unico modo che una società ha a disposizione per difendersi da attacchi interni o esterni, è il completo affidamento ad un’agenzia qualificata di investigazioni che effettua bonifiche. Tutta l’attrezzatura utilizzata dalla nostra agenzia può essere visionata mediante questo link https://www.lucianoponzi.it/rilevatori-microspie-per-bonifiche-utilizzati-da-luciano-ponzi-investigazioni/.

Perché è importante affidarsi a un’agenzia investigativa competente?

Essendo un’agenzia investigativa sappiamo bene che in questo settore tutte le manovre che vengono effettuate per quanto riguarda le indagini, devono seguire delle leggi sulla privacy specifiche. Agire individualmente con il fai da te non è consigliabile, perché se si viene scoperti le ripercussioni potrebbero essere ingenti. Se si avverte la necessita di fugare qualsiasi dubbio e si vuole scoprire la verità, anche per conto dei propri dipendenti, solo una agenzia investigativa sarà in grado di studiare un piano strategico pianificando ogni situazione. Per tutti gli approfondimenti sui servizi in questo campo è consigliabile visitare la pagina dedicata su questo sito web https://www.lucianoponzi.it/bonifiche-ambientali-telefoniche-informatiche/.
La nostra agenzia si occupa di: microspie ambientali, bonifica microspia, bonifiche ambientali microspie, bonifica microspie auto, bonifica cellulari, bonifica cimici spia, ricerca microspie, cerca cimici.

Come si previene un eventuale spionaggio aziendale?

Per prevenire lo spionaggio industriale a danno della tua azienda è assolutamente necessario partire con una bonifica interna, assumere dei dipendenti che siano qualificati e autentici è il primo passo per evitare ogni potenziale fuga di notizie. Le investigazioni che vengono svolte da esperti del settore, sono in grado di anticipare tutti gli eventuali atti di spionaggio industriale. Ovviamente come abbiamo già detto, la prevenzione inizia dal momento in cui si assumono i futuri dipendenti. Un altro metodo per prevenire gli attacchi di spionaggio potrebbe essere il rafforzamento di quella che è la digital security, rendendola più protetta si corrono meno rischi per quanto riguarda gli attacchi informatici o le intercettazioni telefoniche. Nel nostro team ci sono anche esperti di sicurezza qualificati che si occupano di stilare un piano di protezione digitale su misura per la tua impresa, che si tratti di una società piccola, media o grande. Per maggiori informazioni per quanto riguarda l’antisabotaggio consultare la pagina web https://www.lucianoponzi.it/antisabotaggio.

 
© 2021 All rights reserved - Gruppo Ponzi investigazioni s.r.l. - PI 03716870237 - Privacy & Cookies Policy
Sede Legale: Vicolo Ghiaia, 7 - 37122 Verona - REA VR-359646 di Verona
Sede: Via Camillo Hajech n° 21 - 20129 - Milano - REA MI-2113772 di Milano
Sede: Via Aldo Moro n° 40 - 25124 - Brescia - REA BS-353658 di Brescia